Menu
  • logo
  • logo
  • Il qioco e vietato ai minori e puo causare
    dipendenza patologica - probabilita di vincita
  • Home
  • News
  • Casino online e siti scommesse dopo il Decreto Dignità

Casino online e siti scommesse dopo il Decreto Dignità

Francesca
Tutti i numeri del gioco online con il decreto dignità

Il movimento del gaming online nel nostro Paese non sta vivendo un momento facilissimo. In particolare, perché da qualche giorno è ormai in vigore quella parte del Decreto Dignità che vieta ogni forma di pubblicità e di diffusione dei prodotti relativi a scommesse sportive e casino online da parte delle società sportive. Un netto ammanco negli introiti delle suddette società, che non può non gravare inevitabilmente anche nella diffusione delle principali aziende del settore.

In ogni caso, i numeri che stiamo per proporre ci parlano in realtà di un movimento in costante crescita, in particolare negli ultimi tre anni in cui sia le scommesse sportive che i casino online hanno vissuto un momento decisamente positivo. Andiamo dunque a sciorinare i dati che abbiamo ricevuto e che ci parlano di un flusso di gioco in graduale e costante aumento da parte degli appassionati italiani di questo settore.

Casino online: raddoppio in tre anni

Partiamo dai numeri che sono stati fatti segnare nel mese di giugno del 2016, quando i casino online che hanno potuto esercitare in Italia hanno fatto segnare entrate lorde per 33,96 milioni di euro. Un dato che in quel caso appariva come basso e che con il passare del tempo è cresciuto, come detto, in maniera graduale mese dopo mese e anno dopo anno. Basterebbe dire che, appena un anno dopo, le cose sono cambiate nettamente in meglio.

Nel mese di giugno del 2017, infatti, il dato relativo al GGR (Gross Gaming Revenue) di slot machine e altri mini-settori del gaming online in Italia ammontava a quota 42,78 milioni di euro. Una crescita di circa il 30%, che non si è affatto arrestata nell’arco dell’anno successivo, visto che a giugno del 2018 si è arrivati a quota 55,5 milioni di euro e un anno dopo, ovvero un mese fa, al muro dei 70 milioni di euro.

Dunque, nel giro di tre anni il volume di affari generato dai casino online che esercitano in Italia è più che raddoppiato. E se pensiamo che nei primi mesi del 2019 il muro dei 70 milioni di euro di “revenue” non solo è stato toccato, ma è stato anche sfondato (72,6 milioni a marzo), non possiamo che augurarci che, nonostante le regole piuttosto ferree in termini soprattutto di pubblicità, le cose vadano ancora meglio.

Scommesse online: quanti alti e bassi…

Un po’ più complicata, invece, la situazione relativa alle scommesse online nel nostro Paese. Queste risentono della morsa del Decreto Dignità forse più di quanto non accada con il casino online, visto che in questo caso si parla di un volume di affari decisamente maggiore ma che non può vantare una crescita come quella di slot e affini. Anche perché, in questo caso la pubblicità è necessaria e i centri fisici aumentano a vista d’occhio.

Partiamo anche in questo caso dal primo dato in nostro possesso, quello del mese di giugno del 2016, quando il volume di affari generato dalle scommesse online ammontava a 108,68 milioni di euro. Dopo qualche mese di netta difficoltà si è raggiunto un primo picco a gennaio 2017 con 130,06 milioni di ricavo lordo, bissato ad aprile prima di un altro brusco calo dovuto, anche in maniera fisiologica, con la fine dei campionati.

Il grande picco è stato però raggiunto a fine 2017, con il mese di dicembre che ha fatto segnare entrate lorde per 214,92 milioni di euro. Un dato che non è stato più fatto segnare, anche se da allora, tranne che in un paio di casi isolati, il GGR non è mai sceso sotto i 100 milioni, fino a raggiungere la quota dei 134,1 milioni di euro nel mese appena trascorso.

Da tenere in grande considerazione l’effetto del retail, un fenomeno in costante crescita sia nelle scommesse sportive che nei casino online.

Prossime notizie

Slot e tormentoni dell'estate

Le slot e la musica

19 Luglio 2019

Le slot machine spesso vengono rivestite – nella maggior parte dei casi totalmente a torto – di un ruolo largamente negativo, talvolta addirittura demoniaco, nella…

la nuova legge sulle slot machine VLT prevede imposte erariali alte

Nuove legge Slot VLT e AWP: cosa cambia?

10 Aprile 2019

Il Governo negli ultimi mesi si è dato molto da fare per dare una nuova regolamentazione al settore del gioco d’azzardo. Con il cosiddetto Decreto…

TORNA SU

Registrati per ricevere informazioni interessanti

gold
In tutte le email trovi un link per annullare l'iscrizione
Leggi la nostra Privacy e Cookie Policy
Iscrizione

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando "Ho Capito" acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più